Chi sono - Maria Pia Teti - Official Web Site | www.mariapiateti.it

Maria Pia
Cantante, autore.
Vai ai contenuti
Chi sono
Abbiamo tutti le nostre macchine del tempo. Alcune ci riportano indietro, e si chiamano ricordi.
Alcune ci portano avanti, e si chiamano sogni.
(Jeremy Irons)
CANTANTE PER OLTRE UN DECENNIO
Cantante per oltre un decennio a partire dagli anni ‘80, in gruppi musicali di varia estrazione ( popolare italiana, folk anglo americano , jazz, rinascimentale ) e in compagnie teatrali, nonché autrice di testi e musiche, ha come punti di riferimento per la sua formazione interpreti come Joan Baez, Joni Mitchel, Maria Carta, Giovanna Marini, Mary Blak, Dolores Kean … , cantautori come Georges Brassens, F. De Andrè, Leonard Cohen, A. Branduardi … . Studia la chitarra come autodidatta. con la quale scrive le sue prime canzoni e spesso si accompagna nelle sue esibizioni. Prende consapevolezza delle sue qualità vocali anche studiando canto con una cantante dell’Ateneo della Lirica di Sulmona (Aq), sua città di nascita. Tuttavia, mentre è intenta ad interpretare generi così svariati, sogna già dagli anni ‘80 di far parte di un gruppo di musica celtica, ancora non molto conosciuta in Italia, ma della quale si innamora fin da adolescente, grazie all’ascolto dei dischi delle prime formazioni che hanno contribuito alla divulgazione di questo genere, come i Pentangle, i Faiport Convention… . Dopo anni di silenzio, dedicati alla famiglia e al lavoro di insegnante, ma contemporaneamente ad un assiduo ascolto e ad una costante ricerca di materiale sonoro, con particolare riferimento alla tradizione irlandese, nel ‘97 inizia, con il M° Maria Di Giulio del Conservatorio di Foggia, lo studio dell’arpa celtica . Con questo magico strumento si accompagna quando interpreta le tipiche ballad, le folk song e i canti d’autore provenienti dall’area celtica. Ma ben presto si accorge che l’arpa celtica è anche lo strumento ideale per continuare a scrivere le sue canzoni. Nel ‘99 fonda i Desiring Ireland, gruppo di musica tradizionale irlandese, che prende il nome dal titolo di una sua canzone particolarmente toccante , delicata e forte nello stesso tempo, da cui trapela tutto il suo amore per la terra d’Irlanda, che lei sente come sua, pur non avendola ancora visitata. E’ la musica celtica che le racconta tutto di quest’incantevole isola, della sua gente, delle sue tradizioni, dei suoi paesaggi, delle sue storie. Con i Desiring Ireland si esibisce nei più svariati ambiti culturali in cui spesso viene scambiata per irlandese dagli stessi Irlandesi e nel 2000 partecipa all’ VIII Tributo ad Augusto Daolio, Rassegna Nazionale per Gruppi Emergenti, partecipando proprio con la sua canzone (testo e musica) “Desiderando l’Irlanda” e risultando tra i 12 finalisti. Il brano è pubblicato nel CD “ Sulle Orme dei Nomadi” distribuito dalla Casa Discografica C.G.D. Dopo questa esperienza si reca in Irlanda con il duplice scopo di conoscerla e di ricercare altro materiale musicale. Non supportato dalla stessa passione per la musica celtica, il gruppo dopo appena due anni si scioglie e dell’esperienza musicale con i Desiring Ireland resta il demo dove sono incisi i brani più significativi realizzati.
NEL 2001 INCIDE "SANTA LUCIA"
Nel 2001 incide “Santa Lucia” ( brano religioso del 1200 ) con i Discanto, gruppo abruzzese di musica popolare che da oltre un trentennio ruota intorno al cantore e polistrumentista, nonché autore, Michele Avolio, del quale gruppo la cantante aveva fatto parte per alcuni anni quando portava il nome di Vico del Vecchio, con esibizioni anche all’estero. Il brano lo si può ascoltare sul CD “Dindirindella” Parallelamente, la realtà musicale locale la spinge a trovare più a nord stimoli adeguati alle sue aspettative. Infatti riesce ad entrare in contatto con musicisti con cui collabora per la stesura di testi e/o l’interpretazione di brani musicali, documentati anche su CD. In particolare la si può ascoltare sul CD de Il Manifesto del 2002 “Corpo di Guerra “ in cui interpreta due brani con il gruppo toscano Ductia composto da: Massimo Giuntini dei Whisky Trail ed ex dei Modena City Ramblers, da Carlo Gnocchini e Sefano Santoni . Sul CD sono presenti anche gli Ziringaglia, la Gang, Vittorio Nocenzi (Banco del Mutuo Soccorso) Ginevra Di Marco, gli Ogam e Tiziana Ghiglioni, con i quali si esibisce dal vivo nella manifestazione che porta il nome del disco, promossa dalla provincia di Macerata e da Arte Nomade, per ricordare l’eccidio di Montalto di Cessapalombo. In seguito i suoi impegni le impediscono, viste anche le distanze, di “ approfittare “ di queste rinnovate prospettive e per il momento abbandona .
DAL 2002 AL 2005
Dal 2002 al 2004 lavora ai suoi pezzi con il chitarrista e fine arrangiatore abruzzese Quinto Ciamponi . Nel 2002 e nel 2003 partecipa come cantautrice con i brani da lui arrangiati al Premio Città di Recanati , ottenendo un giudizio favorevole sul lavoro presentato. Nel 2004 incide, presso l’Arch Studio dell’Aquila, di Ascanio Cusella, alcuni suoi brani arrangiati da Pierluigi Carrozzi, con i quali partecipa al Concorso Nazionale “Voci per la Libertà” --- “Una Canzone per Amnesty “ edizione 2005 , in cui la giuria apprezza la qualità artistica e tecnica del materiale presentato. Compare invece tra i finalisti del Concorso Nazionale “Voci da Sud”, prima edizione, anno 2005.
DAL 2005 AL 2009
Dal 2005 al 2009 , con il Triomania, composto dal chitarrista Quinto Ciamponi, dal fratello Michele, percussionista di ampia e riconosciuta esperienza e dal chitarrista Giuseppe Giustino, ha proposto le sue canzoni, in cui racconta se stessa, le sue emozioni, ma affronta anche tematiche social Insieme al Trio ha interpretato anche cover che spaziano dalla musica pop al folk irlandese, dal jazz alla bossa nova, creando un’atmosfera raffinata.
MARIA PIA - SITO WEB
©2022 MARIAPIATETI.IT
Progetto realizzato da WDP
Tutti i diritti sono riservati
POWERED by WDP
Aggiornato il | 21.02.2022
Versione sito | W9.3.2
Assistenza | e-mail
Torna ai contenuti